Federico Borromeo

Spigolatura di marzo – 2018

Il Collegio… prima del Collegio Tracce di aspiranti “protoalunni” Tra le non molte lettere che l’archivio del Collegio Borromeo conserva del suo fondatore san Carlo, una in particolare risulta interessante per comprendere l’impatto immediato che la notizia della nascita della nuova istituzione dovette avere tra i suoi contemporanei: Ill[ust]re S[igno]re Ho veduto quanto V.S. mi scrive in racc[omandazio]ne del Tithoni per un luogo nel Collegio Borromeo di Pavia. V.S. sa che si va tuttavia fabricando, né anchora son fatti gli…

Read More

Spigolatura di gennaio – 2018

«Studiamo ora il calorifero» L’inverno in Collegio, tra ghiaccio e fuoco Avvolti come siamo nel rassicurante tepore, che rende confortevoli anche in inverno gli ambienti del palazzo e ben percepibile l’escursione termica tra il fuori – scaloni, loggiati, giardini – e il dentro – camere, sale studio, biblioteca, refettorio – riesce difficile immaginarsi cosa possa aver significato affrontare qui i ben più lunghi e rigidi inverni dei secoli, ma anche solo dei decenni passati (gli Alunni dei vicinissimi anni Sessanta ricordano…

Read More

Spigolatura di novembre – 2017

Novembre: mese di santi e di universitari Tra preghiere, assalti e capponi… Novembre a Pavia ha visto per secoli la corrispondenza fra importanti ricorrenze religiose e non meno significativi appuntamenti laici: la memoria liturgica di figure sante dal valore universale si abbinava infatti all’apertura dell’anno accademico e conseguentemente dei collegi. Ancora fino a pochi decenni fa il giorno di inizio delle lezioni universitarie cadeva subito dopo i giorni di Ognissanti e della commemorazione dei Defunti, andando così a coincidere con…

Read More

Spigolatura di ottobre – 2017

«La bocca è vicina al cervello» Tra cucina e tavola nel “palazzo per la Sapienza” In un bellissimo contributo già in altra occasione citato (cfr. Spigolatura di luglio 2017)¹, Guido Giubbini (alunno borromaico dal 1959, già Direttore del Museo di Arte Contemporanea Villa Croce di Genova, esperto di giardini) scrive:  Il collegio era in realtà una macchina per abitare – e prima ancora una macchina simbolica – straordinariamente collaudata ed efficiente. La sua struttura antropomorfa (ventre, cuore, muscoli, cervello) si…

Read More

Spigolatura d’archivio – aprile 2017

Aprile 2007: un papa in Borromeo Presenze di pontefici, tra lapidi, immagini e carte d’archivio Dieci anni fa, in una bella domenica di aprile (il 22) del 2007, papa Benedetto XVI faceva il suo ingresso a bordo della “papamobile” nel giardino ottocentesco del Collegio, passando per il grande cancello, eccezionalmente aperto sulla piazza; un breve itinerario lo avrebbe portato fino alla spianata degli Orti Borromaici, dove lo attendeva l’ordinata folla di fedeli giunti da tutta la diocesi e il grande palco appositamente allestito…

Read More

Notizia di novembre – 2016

1631, dopo Federico: un’eredità delicata Il patronato di passaggio tra Carlo III e Giberto II Borromeo Con la morte di Federico Borromeo il 21 settembre 1631 il Collegio si trova senza il suo primo patronus et administrator, che aveva concretamente plasmato e conferito fisionomia definitiva all’istituzione voluta e fondata da san Carlo, seguendone e sviluppandone le direttive e gli obiettivi attraverso un accorto lavoro di sistematizzazione normativa (ciò che, in modo molto più amplificato e articolato, Federico si preoccupa di fare per la Diocesi di…

Read More

Notizia di luglio – 2016

Dai libri…alla tavola  Addottoramenti e convivialità in Collegio 4 secoli fa Luglio: tempo di lauree, perciò tempo di festeggiamenti, pranzi, confetti. Nel Seicento come oggi. Alla pagina 77 del diario del rettore Alberto Dardanoni leggiamo che mercoledì 1 luglio 1620 si presentano due collegiali per il dottorato «un medico e un legista». Hanno certamente ricevuto dal patrono (allora Federico Borromeo), dietro motivata richiesta del rettore, l’autorizzazione a laurearsi. Non si trattava di un pro forma, dato che il consenso patronale si basava sulle informazioni ricevute relative alla…

Read More

Notizia di aprile – 2016

1602…1603: aprile, dolce dipingere Federico Borromeo mecenate, prima dell’Ambrosiana Nel 1908 il Rettore Rodolfo Maiocchi scriveva all’allora Prefetto dell’Ambrosiana Achille Ratti – futuro papa Pio XI – chiedendogli di compiere tra le lettere di Federico Borromeo là conservate una verifica, alla ricerca di informazioni sulla commissione degli affreschi del Salone del Collegio e in particolare sul loro programma: «Sarebbe bello l’aver la prova che il tema è stato dato dallo stesso cardinale.»  Richiesta non peregrina per almeno due motivi (oltre a quello più tecnico):…

Read More

Notizia di marzo – 2016: 1

Marzo 1623: «intorno ad alloggiar in cotesto Collegio…» Federico Borromeo e l’ospitalità, tra “carezze” e frugalità Il Collegio, oggi come ieri, è un luogo in cui gli ospiti attesi o i visitatori di passaggio giungono e si fermano volentieri. La bellezza dell’edificio, l’efficienza della macchina organizzativa, la qualità dei servizi – primo fra tutti quello della cucina, sempre prodiga di gustose pietanze, come attesta la lunga serie di registri dei menu giornalieri – e, naturalmente, il prestigio accademico (ma anche dinastico)…

Read More

Notizia di gennaio – 2016

Gennaio 1581: prima Messa in Collegio 435 anni fa nella cappella già ultimata e affrescata…   “1581 adi 18 genaro“ festività della Cattedra di san Pietro, secondo il Rito Ambrosiano: una nota d’archivio* registra la data della prima Messa nella “nova” Cappella del Collegio, da poco ultimata, allestita e decorata secondo le indicazioni delle Instructiones Fabricae et Supellectilis Ecclesiasticae promulgate da Carlo Borromeo nel 1573. Gli affreschi della volta erano stati collaudati nel 1579 e messe in opera nel medesimo anno le “vedriate…

Read More